La quarta serata: Onde elettromagnetiche: Quali rischi per la salute?

Nella giornata di giovedì 6 febbraio 2014, presso l’aula magna dell’Istituto “P. Gobetti” di Scandiano, si è tenuta la quarta serata pubblica organizzata dalla nostra Associazione, sugli elementi che compongono il nostro pianeta.

Nell’affrontare l’elemento “aria” abbiamo pensato di iniziare una serie di incontri e per primo approfondire le tematiche legate all’elettrosmog; in questi ultimi anni sono aumentati gli interrogativi relativi ai possibili effetti sulla salute legati all’inquinamento elettromagnetico, perplessità e paure sicuramente alimentate anche dall’uso improprio che i mezzi di comunicazione di massa fanno di questi termini, molte volte senza affrontare poi l’argomento con chiarezza e rigore scientifico. La nostra scelta ha avuto favorevole riscontro nell’interesse manifestato dalla Comunità Scandianese, la serata è stata molto partecipata, con oltre 200 presenze, e la collaborazione con l’Istituto Gobetti si è rivelata molto positiva.

Il relatore, Dr. Alfio Turco – Fisico, Socio fondatore e direttore del Laboratorio di compatibilità ambientale Polab, di Pisa appartenente all’Albo degli Esperti di ISDE (Associazione Medici per l’Ambiente) ha coinvolto la platea, composta da moltissimi ragazzi, con un linguaggio chiaro ed esempi concreti, oltre che con i necessari riferimenti scientifici.

Dopo aver illustrato l’excursus normativo di riferimento e la possibile pianificazione del posizionamento antenne da parte delle Amministrazioni locali, rilevati gli interessi delle compagnie telefoniche nelle nuove proposte di mercato (a volte di dubbia utilità) e la sottovalutazione di alcuni rischi, il Dr.Turco ha presentato le varie fonti di campi elettromagnetici (elettrodomestici, computer, cellulari, wi-fi, ecc.) e le loro diverse intensità, fornendoci strumenti e strategie per evitare la sovraesposizione. In particolare sull’uso dei telefoni cellulari la consapevolezza è, come sempre, alla base di un sano approccio, non si chiede di bandirne l’uso, ma di minimizzare l’esposizione ai campi; si ricordano alcuni semplici consigli proposti durante la serata, quali: usare l’ auricolare, il vivavoce o gli sms il più possibile, evitare di tenere il cellulare a contatto con le parti più sensibili del corpo o vicino al cuscino quando si dorme, alternare l’orecchio durante le chiamate e non appoggiarvi direttamente il telefono quando c’è poco segnale, attendere la risposta prima di avvicinare l’apparecchio, attuare il principio di precauzione soprattutto verso i bambini e adolescenti..

L’analisi dei campi elettromagnetici si è poi allargata alle modalità di utilizzo delle tecnologie, che ha sicuramente cambiato gli stili cognitivi ma anche le relazioni fra le persone, non sempre in modo positivo. Nella convinzione che solo creando una rete solidale fra le persone della comunità, basata sul contatto e l’empatia, sulla condivisione delle problematiche piuttosto che lasciarle alla dimensione individuale, si possa mitigare la crisi ambientale, economica e sociale che ci coinvolge tutti, ci è sembrato naturale cogliere l’occasione per organizzare la successiva serata per riflettere sui temi delle relazioni e delle dipendenze con esperti del settore.

Il prossimo appuntamento sul tema “Le relazioni nell’era digitale, risorse e rischi della rete – Internet, SMS, social network: la virtualizzazione delle relazioni” si terrà giovedì 13 marzo alle ore 20,45 presso l’Aula Magna della Scuola “M.M.Boiardo” –  Via Corti, 39 a Scandiano (RE).

onde-02

 

onde-03

 

onde-04

 

onde-05

 

onde-06

 

onde-07

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *